Tutti sanno che Siviglia ha un buon clima mite, e senza dubbio la gran parte dell’anno si può godere di sole e di un’aria dolce.

In ogni caso però è bene sapere quando andare a Siviglia in base alla stagione migliore.

Infatti bisogna tenere in considerazione che in primavera la natura esplode e la città ha molti alberi e fiori per cui chi è allergico potrebbe avere dei problemi, d’estate invece il caldo di giorno può diventare soffocante e rendere impossibile passeggiare in città.

L’autunno e l’inverno sono le stagioni umide e piovose anche se le temperature rimangono accettabili e i prezzi di voli e hotel si abbassano vertiginosamente.

Siviglia in primavera, il momento migliore

Se esiste una stagione perfetta per visitare Siviglia noi pensiamo sia la primavera.

I mesi di marzo, aprile e maggio fino alla metà di giugno le temperature sono calde, le giornate si allungano e difficilmente piove.

La città è letteralmente in fiore e il profumo si può sentire camminando per le strade mischiato a quello dell’incenso quando si avvicina Pasqua.

Tra aprile e maggio infatti si può assistere a due degli eventi emblematici di Siviglia: la Semana Santa e la Feria de Abril (la festa che normalmente inizia due settimane dopo la Pasqua).

Le temperature salgono durante il giorno e possono superare oscillare tra i 25 e i 35 gradi durante i bei pomeriggi di sole (in genere si tratta di un caldo secco, molto legato alla presenza del sole forte).

Le mattinate rimangono fresche ma piacevoli e così le serate.

È comunque il periodo più idoneo per sfruttare tutte le attività all’aria aperta.

Ovviamente anche questa stagione ha i suoi inconvenienti: i prezzi sono considerati di alta, aerei e alberghi sono più cari e la fila ai monumenti può diventare lunga.

Ma l’atmosfera in città rimane molto rilassata, arricchita dalle lunghe giornate di sole (che già ad aprile tramonta intorno tra le 20,30 e le 21).

L’estate a Siviglia, troppo caldo e strade deserte

Molti hanno le ferie solo d’estate e ne approfittano per organizzare un viaggio in Andalusia, con tappa obbligata a Siviglia.

Bisogna sapere però che le temperature dalla seconda metà di giugno fino all’inizio di settembre possono superare facilmente in 40 gradi.

In questo caso l’orario migliore per uscire è la mattina fino a prima delle 12 (il sole qui sorge più tardi e l’aria quindi si riscalda di più nella seconda parte della giornata), per poi rintanarsi al fresco e aspettare le 21 per uscire nuovamente e darsi alle attività serali e notturne.

Ovviamente le attività commerciali si adeguano perfettamente con gli orari di a

Ovviamente anche qui agosto è un mese di vacanza, per cui troverete la città svuotata dei suoi abitanti che si dirigono verso le belle coste andaluse.

D’altro canto però d’estate si può andare verso la costa (anche in giornata) e godere di alcune delle spiagge più belle della regione, o assistere ad uno dei suggestivi concerti organizzati all’interno dell’Alcázar.

Le giornate sono lunghissime, la luce brillante e finalmente verso le 21 la gente inizia ad uscire dalle case per sedersi in uno dei tanti bar ed iniziare il tapeo.

In ogni caso ricordate di uscire sempre con un giacchettino, perché qualunque locale o edificio ha l’aria condizionata a palla.

L’autunno a Siviglia, ottobre e novembre sono una buona alternativa

L’ottobre è una buona alternativa per visitare Siviglia, le giornate si accorciano ma sono ancora calde e dall’aria dolce.

I momenti della giornata più freschi sono il mattino presto (che inizia ad essere molto umido) e la sera dopo il tramonto.

Di giorno in particolare dalle 13 si sta bene e a tratti si può anche soffrire il caldo perché non è raro che al sole le temperature salgano ancora a 30 gradi.

Uno dei lati positivi di partire per Siviglia tra ottobre e novembre sono certamente i prezzi di voli e hotel molto competitivi.

Potreste incontrare qualche ora di pioggia, ma è davvero raro che il cielo sia scuro per più giorni di seguito.

Se viaggiate in autunno a Siviglia ricordate di portare con voi una buona varietà di vestiti, dai nostri autunnali a quelli più estivi, seguendo il principio di vestirsi a strati.

Siviglia d’inverno e a Natale

Il freddo da queste parti arriva realmente a gennaio e febbraio.

Dicembre è ancora un mese godibile fatta eccezione per la mattina che si caratterizza per una fitta nebbia di umidità che viene sciolta dal caldo sole verso la metà della giornata.

Il momento migliore per stare in strada d’inverno è il pomeriggio, dalle 14 in poi con il sole si può anche pranzare all’esterno.

A partire da gennaio e fino alla fine di febbraio aumentano il freddo e le piogge. Questi due sono anche i mesi più spenti e meno turistici dell’anno.

Solo durante le vacanze di Natale e in particolare per l’Epifania (los Reyes Magos) c’è un discreto movimento di turisti, anche spagnoli, ma è lo stesso possibile trovare buone offerte per passare una piacevole vacanza.

Pur essendo una città sempre bella e davvero stimolante, consigliamo di vedere Siviglia nei mesi di aprile, maggio, settembre e ottobre, per poter godere della sua luce incredibile e sfruttare delle giornate lunghe e rilassanti.